Login | Dimensione caratteri: Reset | contrasto
investor relations
financial information

Home > Investor Relations > Ultimo outlook pubblicato

Ultimo outlook pubblicato

Evoluzione prevedibile della gestione

 

Il mercato italiano della distribuzione di tecnologia ha chiuso il primo trimestre del 2018 in crescita del +7% rispetto all'anno precedente (fonte: Context, aprile 2018).
Il comparto telefonia ha trainato una volta ancora la crescita del settore con un +28% circa sul primo trimestre del 2017. Stabili si sono rivelati i PC desktop e notebook ed ancora in calo (-2%) il comparto "printing" mentre le altre categorie hanno registrato dei tassi di crescita mediamente compresi tra il 5% ed il 10%.
Piu' toniche le vendite effettuate al segmento dei retailer, ancora una volta per la notevole performance della telefonia, ma comunque positivo anche il comparto dei reseller business, segnalatisi anche per la buona tenuta dei prodotti per "datacenter".
La Spagna e' cresciuta del +6%, anche in questo caso grazie perlopiu' agli smartphone (+15%), mentre pesanti sono stati i prodotti per "datacenter" (-10%).
I PC hanno subito un calo del -2% laddove, in controtendenza rispetto all'Italia, il printing ha visto una crescita del +4%.
Il segmento delle vendite ai retailer ha trainato la performance del mercato iberico, con una crescita del +15%, con le vendite a reseller business al +2%.
Forte la discesa dei PC in ambito retail (-11%), piu' che compensati dai maggiori volumi di telefonia (+53%).
I reseller business hanno acquistato PC (+7%) ma hanno penalizzato il comparto dei prodotti per "datacenter" (-10%).


Nel corso del primo trimestre 2018 il nostro Gruppo ha visto una crescita dei ricavi soprattutto nella telefonia mobile. In Spagna la crescita nel segmento telefonia e' stata anche migliore. I comparti PC e printing sono cresciuti meno della media del settore soprattutto per la volontaria rinuncia a volumi di business nel settore retail a prezzi ritenuti eccessivamente penalizzanti.
A livello di marginalita' lorda e' proseguita la pressione sui margini in ambito PC, telefonia e consumabili mentre si sono rilevati miglioramenti nei prodotti per "datacenter" e periferiche.
Il mix piu' sbilanciato verso la telefonia ha determinato a livello consolidato una discesa dei margini di prodotto percentuali laddove in valore assoluto la flessione e' stata molto contenuta (-1%).
Le azioni di razionalizzazione dei costi fissi, in primis nell'area del personale, che nel corso del 2017 hanno avuto una forte accelerazione, hanno determinato una significativa contrazione nel costo del lavoro (-5%).
Dal punto di vista patrimoniale si osservano livelli di scorte di magazzino ritenuti ancora insoddisfacenti dovuti ad eccessi di stock localizzati prevalentemente su alcuni segmenti di prodotti "consumer" sui quali si stanno concentrando i maggiori sforzi di rientro su adeguati parametri di rotazione.


A livello congiunturale continuiamo a prevedere un graduale allentamento del grado di pressione competitiva acuitosi nello scorso esercizio.
Per l'esercizio 2018 il management riconferma i target di redditivita' con un EBIT compreso tra € 39 e 41 milioni al netto di eventuali componenti di reddito non ricorrenti.



Ultimo aggiornamento:15/05/2018

MENU AREA INVESTOR


Cerca nella sezione IR

ARGOMENTI CORRELATI