Login | Dimensione caratteri: Reset | contrasto
investor relations
financial information

Home > Investor Relations > Patto del 31/03/2015

Patto del 31/03/2015

Estratto dei patti parasociali contenenti le informazioni essenziali ai sensi dell’art. 122 del d.lgs. 24.2.1998, n. 58 (“TUF”) e dell’art. 130 del Regolamento Consob n. 11971/1999 del 14 maggio 1999 come successivamente modificato ed integrato (“Regolamento Emittenti”)

 

ESPRINET S.p.A.

Ai sensi dell’art. 122 del TUF e dell’articolo 130 del Regolamento Emittenti si comunica che in data 31 marzo 2015 è stato stipulato un patto di sindacato (il “Patto”) tra i Sig.ri Francesco Monti, nato a Bovisio Masciago, il 1 aprile 1946, residente in Bovisio Masciago, Via Col di Lana n.7, C.F. MNTFNC46D01B105E, Paolo Stefanelli, nato ad Ascoli Piceno, il 6 maggio 1938, residente in Milano, via Sismondi n. 6, C.F. STFPLA38E06A462S, Tommaso Stefanelli, nato a Milano, il 19 gennaio 1982, residente in Milano, via Zanella n. 10, C.F. STFTMS82A19F205K, Matteo Stefanelli, nato a Milano, il 2 gennaio 1975, residente in Milano, via Rosmini n. 3, C.F. STFMTT75A02F205K, Maurizio Rota, nato a Milano, il 22 dicembre 1957, residente in Agrate Brianza, Via G. Mazzini n. 87, C.F. RTOMRZ57T22F205R, e Alessandro Cattani nato a Milano, il 15 agosto 1963, residente in Milano, Via L. Anelli n. 4, C.F. CTTLSN63M15F205R (congiuntamente, i “Soggetti Aderenti”) avente ad oggetto azioni ordinarie (le “Azioni”) di Esprinet S.p.A.; il Patto ha efficacia dal 31 marzo 2015 e durata secondo quanto previsto al successivo paragrafo 5 (Durata del Patto).

1. Società i cui strumenti finanziari sono oggetto del Patto

Il Patto ha ad oggetto azioni ordinarie di Esprinet S.p.A. con sede in 20871 Vimercate (MB), Via Energy Park 20, iscritta al Registro delle Imprese di Monza e Brianza C.F. 05091320159, (di seguito “Esprinet” o la Società”) avente un capitale sociale di Euro 7.860.651,00 diviso in n. 52.404.340 azioni ordinarie con valore nominale pari a Euro 0,15 ciascuna.

2. Soggetti aderenti e Azioni conferite nel Patto

2.1 Formano oggetto del Patto n. 17.577.985 Azioni ordinarie di ESPRINET rappresentanti complessivamente il 33,541% delle Azioni rappresentative dell’intero capitale sociale.

2.2 I Soggetti Aderenti al Patto sono elencati nella seguente tabella riportante il numero di Azioni conferite da ciascun Soggetto Aderente:

Colonna 1

Colonna 2

Colonna 3

Colonna 4

Azionista

Azioni Conferite

% su capitale sociale di Euro 7.860.651,00 suddiviso in n. azioni ordinarie 52.404.340

% su totale delle azioni oggetto del Patto

Francesco Monti[1]

8.232.070

15,709%

46,831%

Paolo Stefanelli

4.606.298

8,789%

26,205%

Tommaso Stefanelli

885.000

1,603%

5,035%

Matteo Stefanelli

840.307

1,688%

4,780%

Maurizio Rota

2.514.310

4,798%

14,304%

Alessandro Cattani

500.000

0,954%

2,845%

Totale

17.577.985

33,541%

100,000%

[1] Titolare della piena proprietà relativamente a n. 2.058.019 Azioni e del diritto di usufrutto relativamente a n. 6.174.051 Azioni

3. Soggetto che possa, tramite il Patto, esercitare il controllo sulla società

Non esistono Soggetti Aderenti al Patto che singolarmente, direttamente e/o tramite il Patto esercitano il controllo sulla Società ai sensi della normativa primaria e secondaria in materia e segnatamente ai sensi dell’articolo 93 del TUF.

4. Contenuto del Patto

I Soggetti Aderenti hanno costituito con il Patto un sindacato di voto (“Sindacato di Voto”) da valersi con riferimento, e limitatamente, alla parte ordinaria dell’assemblea di approvazione del bilancio di Esprinet S.p.A. al 31 dicembre 2014, in ogni sua convocazione, e prevista, in prima convocazione, per il giorno 28 aprile 2015 ed in seconda convocazione per il giorno 30 aprile 2015 (l’“Assemblea”).

4.1 Sindacato di Voto

4.1.1 Consiglio di Amministrazione di ESPRINET

Ai fini della nomina dei membri del Consiglio di Amministrazione della Società, i Soggetti Aderenti si sono impegnati: (i) a votare un Consiglio di Amministrazione composto di dodici membri e a presentare congiuntamente e votare una lista unica e (ii) a votare favorevolmente sulla retribuzione dei membri degli organi sociali e sul piano di compensi (“Long Term Incentive Plan”) ai sensi dell’art. 114-bis del TUF, in conformità alla proposta di delibera di cui alla relativa relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione della Società e del relativo documento informativo già a disposizione del pubblico.

4.1.2 Collegio Sindacale di ESPRINET

Ai fini della nomina dei membri del Collegio Sindacale della Società, i Soggetti Aderenti si sono impegnati a presentare congiuntamente e votare una unica lista.

4.1.3 Altre materie oggetto di delibera

I Soggetti Aderenti si sono impegnati a votare la proposta di autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie di Esprinet in conformità alla proposta di delibera di cui alla relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione redatta ai sensi dell'art. 73 del Regolamento Emittenti e già a disposizione del pubblico.

4.1.4 Assenza di ulteriori impegni di voto

I Soggetti Aderenti non hanno assunto alcun impegno con riguardo all’esercizio del voto sulle materie poste nella parte straordinaria dell’ordine del giorno dell’Assemblea.

5. Durata del Patto

II Patto ha durata e validità fino alla chiusura dei lavori dell’Assemblea, previa nomina dei candidati indicati nelle liste che saranno presentate congiuntamente, rispettivamente, con riferimento al consiglio di amministrazione e al collegio sindacale della Società e voto favorevole sulle delibere indicate nel Patto. Successivamente a tale termine, il Patto si intenderà privo di efficacia.

6. Dichiarazione di assenza di acquisti

Ciascuno dei Soggetti Aderenti al Patto ha dichiarato e garantito agli altri paciscenti di non aver incrementato il numero di azioni ordinarie ESPRINET possedute nel corso dei 12 mesi precedenti la data del Patto.

7. Disponibilità delle Azioni

Le Azioni sono depositate su conti individuali dei Soggetti Aderenti al Patto.

8. Arbitrato

Qualsivoglia controversia comunque iniziata in ordine alla interpretazione, validità, esecuzione, efficacia e risoluzione del Patto che non possa essere risolta amichevolmente tra i Soggetti Aderenti sarà demandata al giudizio rituale ai sensi del codice di procedura civile e secondo diritto di un Collegio Arbitrale composto da tre membri designati, su istanza del Soggetto Aderente più diligente, dal Presidente del Tribunale di Milano.

Sede dell’arbitrato sarà Milano. Per tutte le controversie che per disposizione di legge non possano costituire oggetto d’arbitrato sarà competente in via esclusiva il Foro di Milano, il quale sarà pure competente in via esclusiva per qualunque provvedimento dell’Autorità Giudiziaria comunque relativo al Patto.

9. Deposito

Il Patto è stato depositato in data 2 aprile 2015 presso l’Ufficio del Registro delle Imprese di Monza e Brianza con numero di protocollo PRA/14521/2015/CMBAUTO.



 

Ultimo aggiornamento:08/04/2015

MENU AREA INVESTOR


Cerca nella sezione IR

ARGOMENTI CORRELATI